Sons of Kemet - Dromos Festival

Musicalmente il quarto disco della band, Black To The Future è un lavoro dal respiro molto più ampio dove il jazz torna a dialogare col pubblico pop

Data:
07 Agosto 2021 22:30 - 07 Agosto 2021 23:50
Immagine non trovata

Maggiori informazioni sul Sito Ufficiale del Dromos Festival

Info

Data: 7 agosto 2021
Luogo:📍Piazza Giovanni Maria Angioy, Bauladu (OR)
ore 22.00: Opening Alek Hidell
ore 22.30: Concerto: Sons Of Kemet
Costo: 20 euro + d.p.

Line up

Shabaka Hutchings > sassofono
Theon Cross > tuba
Thomas Skinner > batteria
Edward Hick > batteria

Posti a sedere limitati e distanziati, nel rispetto delle norme anti-covid.


Descrizione

Nell’universo multiforme e pulsante di segnali culturali che ruota attorno alla figura di Shabaka Hutchings, primo motore tutt’altro che immobile di quella che convenzionalmente si definisce nuova scena jazz inglese, il jazz torna a dialogare col pubblico pop e lo fa parlando di storia, radici, lotta. Musicalmente il quarto disco della band, Black To The Future è un lavoro dal respiro molto più ampio rispetto ai precedenti. Questo album inizia e finisce con potenti dichiarazioni liriche e musicali di rabbia e frustrazione, espresse sulla scia della morte di George Floyd e delle successive proteste del BLM. Non è etno chic, è musica militante e una delle cose più cool in circolazione.

Ad aprire il suo concerto un ospite d’eccezione, Alek Hidell, producer e musicista sardo trapiantato a Milano. Alek Hidell ha appena finito di registrare il suo primo disco, Ravot. Produce le sue tracce usando campionatori, eco a nastro e synth analogici. Ha collaborato a DIE di Iosonouncane, registrando synth e sampling in due brani dell’album, e realizzato remix per Any Other, Matilde Davoli, Iosonouncane, Indianizer, Neeva.

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 07 Luglio 2021